VOLERSI BENE E PRENDERSI CURA DI SE’!

Famiglia, relazioni di coppia, amici, lavoro sono estremamente importanti nella nostra vita. Tuttavia spesso, tutte queste attività ci assorbono al punto da mettere in secondo piano noi stessi.  Succede spesso ad esempio di fare sacrifici per gli altri pensando che sia l’unico modo per stare bene nelle relazioni. Eppure non è così! perché se non siamo felici con noi stessi, non riusciremo nemmeno a creare relazioni sane e durature. Dimenticarsi di sé e non ascoltare i propri bisogni può sfociare in vere e proprie problematiche psicologiche ma anche fisiche: ansie, frustrazioni o somatizzazioni ad esempio. Questo può accadere anche quando riempiamo le nostre giornate di attività ed impegni senza avere tempo da dedicare a noi. Quando andiamo avanti per inerzia, ci sentiamo inspiegabilmente vuoti nonostante le numerose attività svolte durante la giornata. Troppe volte viviamo infatti nella convinzione che i sacrifici che facciamo per gli altri o tutte quelle attività che “dobbiamo” svolgere bastino per essere ricambiati o per essere felici. Non è così! Perché la frustrazione continuerà sempre a prendere il sopravvento.

Cosa fare quindi per evitare di sentirsi vuoti e insoddisfatti?

PRENDERSI DEL TEMPO PER SE’

In queste situazioni è importante prendersi cura di sé, dedicarsi del tempo e dare priorità alle nostre necessità. Diventa quindi ad esempio indispensabile dire di no agli altri quando è necessario, evitare di riempire i ritagli di tempo con attività stressanti e imparare invece a ricaricare le proprie energie, a rilassarsi e perché no …dedicarsi anche al dolce far niente!

Prendersi cura di sé stessi non significa essere egoisti.  Al contrario dare priorità al proprio benessere migliora la qualità della nostra vita e quindi è di aiuto ad affrontare meglio le nostre relazioni sociali o lavorative. Imparare a conoscere i propri bisogni e i limiti ci aiuta a sentirci più liberi di scegliere e saper cogliere tutte quelle occasioni che possono farci sentire meglio.

Volersi bene e valorizzarsi significa anche coltivare amor proprio, considerarsi delle priorità e trattarsi bene, che sono il punto di partenza anche per il riconoscimento di chi siamo e dell’accettazione delle nostre virtù e dei nostri difetti. Solo quando sapremo volerci bene potremo dare amore agli altri. Se ci sottovalutiamo non riusciremo mai a sviluppare fiducia in noi e la nostra autostima sarà sempre a terra.

Imparare a volersi bene è quindi di fondamentale importanza per la nostra salute fisica ed emotiva.

COME FARE?

Vi lasciamo qualche spunto per iniziare a prendersi cura di sé a partire dalle piccole cose ed attività quotidiane, perché in fondo basta regalarsi ogni giorno piccole attenzioni per aumentare il proprio benessere, continuare a crescere, evolvere, guarire piccole e grandi ferite e sorridere!

MUOVERSI: fare sport ed attività fisica ha effetti benefici a livello fisico e per il benessere mentale ed emotivo.

SMETTERE DI RIMUGINARE: basta rimuginare o giudicare tutto e tutti! Ognuno vive la sua vita e tu hai potere solo sulla tua. Esercitare questo potere significa pretendere un po’ meno dagli altri e dedicare più attenzioni a sé stessi. Anche pensare troppo al passato ci blocca e ci fa restare fermi.

ALLENA LA GRATITUDINE: troppe volte ci incattiviamo di fronte agli ostacoli, eppure qualcosa per cui essere grati c’è anche nei momenti difficili e ci aiuta a trovare una parte migliore anche in noi stessi.

FERMATI: a volte semplicemente ci serve tempo, perché non tutto è automatico e ovvio. Regalare tempo a sé stessi non è mai uno spreco.

ASCOLTA IL TUO CORPO: lui comunica, basta ascoltarlo per imparare a riconoscere i nostri bisogni.

IL POTERE DELLA LUCE: esporsi al sole, fare una passeggiata all’aperto hanno effetti benefici sull’umore, la pelle, la salute delle ossa.

ASCOLTA LA MUSICA: oltre a rallegrare qualche momento della giornata, i suoi effetti sono sorprendenti tanto da influenzare la percezione del dolore e la resistenza alla fatica.

CURA PERSONALE: anche curare il proprio aspetto, la pelle, gli abiti ecc. ci aiuta a sentirci meglio!

RIDERE: sorridere di sé stessi e del mondo significa anche guardare le cose da un altro punto di vista, diventare più flessibili, accettare l’imperfezione, vivere più leggeri!

POSITIVITA’: circondiamoci di cose, persone, luoghi che per noi sono positivi e gradevoli. Evitare le relazioni tossiche e frequentare invece le persone che ci fanno sentire bene e con cui siamo a nostro agio. Anche un luogo può essere di aiuto per recuperare serenità e gioia di vivere.

ATTIVITA’ PIACEVOLI: dedicarsi ad attività piacevoli (guardare un film, leggere un libro, fare un viaggio o semplicemente riposarci) ci dà le energie necessarie per affrontare la quotidianità.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*