ANSIA DA…. VACANZA!

E’ tempo di vacanze, tuttavia quello che per molti è un sognato e desiderato momento di relax, pace e serenità per alcuni diviene, paradossalmente, fonte di ansia, paura, stress e inquietudine.

Tali sensazioni, che si manifestano con intensità variabile e in situazioni e momenti diversi per ognuno, possono impedire di godersi a pieno la nuova esperienza.

Perché in un periodo in cui ci si dovrebbe divertire e rilassare possono emergere ansia e paura?

Le cause possono essere molteplici e profondamente legate alla persona che ne soffre e alla sua storia.

 

Ecco alcuni dei più frequenti problemi:

  • Le aspettative:

a fronte dello stress accumulato in un intero anno, le aspettative da soddisfare, per questo periodo di tempo concentrato, sono molto alte.

Innumerevoli sono le cose che si vorrebbero fare e vedere, inoltre divertirsi e rilassarsi avendo un feeling perfetto con il partner e i compagni di viaggio divengono obiettivi da raggiungere necessariamente provocando, paradossalmente, un notevole stress.

  • Il senso di inadeguatezza

Il confronto con gli altri, amplificato dalla vetrina distorta dei social media, può farci provare un senso di disagio e fallimento e può provocare spiacevoli sensazioni.

  • Il bisogno di programmare:

la ritualità quotidiana ci comprime ma al contempo ci tranquillizza, allontana la noia e ci fa sentire vivi e attivi. Questo spinge alcuni a pianificare ogni attività e riempire ogni tempo vuoto anche in vacanza. L’interruzione della routine e delle abituali attività, unitamente a novità, cambiamenti e possibilità di imprevisti possono infatti far emergere ansia e preoccupazione.

  • Il bisogno di non programmare:

Di converso, per molti, a fronte di una vita scandita da ritmi rigorosi,la causa di stress risulta essere proprio il dover organizzare e programmare le attività e il tempo per sè e per la propria famiglia anche in vacanza. Sono un esempio: la scelta della meta e del periodo, la gestione delle esigenze personali e di chi viaggia con noi, del budget, delle prenotazioni e i preparativi…

  • il caldo:

l’aumento della temperatura può determinare fenomeni di ipertensione e aritmia, difficoltà respiratorie e sonno disturbato.  Queste alterazioni e la difficoltà a comprendere cosa stia accadendo possono destare stress, paura e ansia

  • Preoccupazioni specifiche

Frequentemente a determinare ansie e paure associate alle vacanze ci possono essere fattori specifici legati ad esempio al viaggio, all’igiene o alla “prova costume”.

  • Sentirsi in pericolo

Ansie e paure dovute agli attentati terroristici. Molte persone hanno paura a frequentare luoghi affollati e a recarsi nelle zone turistiche a maggior rischio attentati. Gli ultimi avvenimenti hanno infatti cambiato le abitudini.

Come fare, quindi, per prepararsi al meglio alle vacanze?

Il primo passo da compiere è quello di comprendere se e in che misura la partenza determina sensazioni spiacevoli, e in quali situazioni. Questa consapevolezza può aiutare a riconoscere ciò di cui si ha bisogno per vivere più serenamente questo momento dell’anno. Non solo, essere consapevoli aiuta a fare una scelta responsabile e attiva sul tipo di vacanza e sulla meta da scegliere.

Se questi consigli non bastassero e l’intensità di ansia e paura è tale da essere in grado di compromettere questo prezioso momento può essere utile consultare uno specialista.

In generale, sebbene sia utile “costruirsi” mentalmente il viaggio, familiarizzare con luoghi e raccogliere le informazioni utili e pianificarlo tenendo in considerazione le proprie esigenze, i limiti e le risorse di cui si dispone è anche bene vivere questi giorni aperti e ricettivi a nuove esperienze, emozioni e conoscenze accogliendo cambiamenti e imprevisti come possibilità positive.

Un viaggio è sempre un’opportunità di arricchimento! 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*